Il RITIRO di Caster SEMENYA(?) – Video SPRINT [#4]

Il RITIRO di Caster SEMENYA(?) – Video SPRINT [#4]


May the 3rd 2019, Doha, Diamond League. Caster Semenya’s last performance; maye, this is the very last. She won her 30th 800 meters in a row, in 1:54.98. 28 years of age, at the top of her career. Why does she retire? That’s the end of a long arm-wrestling with the International Athletics Federation, which has lasted for at least 10 years. Semenya’s problem is hyperandrogenism: that is the excessive male hormones production, as it is quite easy to spot. Other female athletes like her will have to lower their testosterone level, if they still want to compete. Undergoing heavy medical treatments that may have side effects. That’s the modern style by IAAF: to find easy solutions to complex problems. That’s what Semenya calls discriminations, calling herself out of all this. And reading those studies that negate a correlation between testosterone and performance, it is easier to believe her [others say the opposite]. But so, if not there, what’s the secret of Semenya’s strength? For now, I see a lot of disinformation. [Thik about DOPING instead]

14 Comments

  • Gabriele Pizzuti says:

    Quello che distingue a livello fisiologico l'uomo dalla donna è proprio la maggior produzione di testosterone. Appunto basta vedere le atlete che hanno fatto uso di steroidi anabolizzanti che sono diventati uomini. Mi dispiace per lei, non è discriminazione, ma non può gareggiare nelle donne. Avere basso testosterone vuol dire essere donne, averlo alto vuol dire essere uomini.

  • Mewtwo13 says:

    Mi fa sempre sorridere che le polemiche sono sempre su semenya che corre gli 800m, la stessa specialità che detiene il record mondiale più longevo di sempre xD

  • il mezzofondiere says:

    Sono davvero contento del dibattito che si sta creando qua sotto! Premetto che non ho ancora un giudizio fermo in merito a questa vicenda, perciò ho cercato di essere il più imparziale possibile nell'esporla. Ogni commento che contribuisce alla discussione è benvenuto!

  • Nicolo Beitone says:

    Io sto dalla parte della iaff…una persona che guarda per la prima volta una gara e vede vincere la semeya…non è proprio il massimo e soprattutto gli dà una brutta immagine dell'atletica

  • salto in basso says:

    Visto che il suo eccesso di testosterone non è volontario ma è dovuto da una sua condizione fisica naturale credo che sia sbagliato dovegli imporre una cura (anche pericolosa) per poter continuare a gareggiare.
    Penso che la iaff dovrebbe concentrarsi sugli atleti trovati più di una volta positivi al doping che continuano tuttora a gareggiare e a vincere piuttosto che andare contro a chi naturalmente è (forse, visto che non è ancora provato) più avvantaggiato.
    Stavo per farci un video a riguardo ma ci hai preceduto😂

  • Francesco Marsiglietti says:

    Maroo che tristezza, comunque sebbene io abbia sempre simpatizzato per Semenya vi sono delle ragioni da ambedue le parti. Dalla parte di Semenya che è nata in questa condizione e non ne ha colpa, ma anche dalla parte dei detrattori dato che essa ha si genitali esterni femminili ma allo stesso tempo testicoli interni al posto delle ovaie e non ha l' utero. Ora quello su cui non sono d' accordo è il porre come discriminante un taglio orizzontale ai livelli di un singolo ormone (su decine). Sarebbe preferibile un regolamento basato sulle caratteristiche anatomiche (ovaie, utero etc).Quello poi che fa propendere per un certo livello di malafede da parte della IAAF che ha messo questa legge solo nelle discipline della Semenya e non nel peso e bell' asta anche se dalle ricerche fatte il discorso del testosterone è determinante anche in queste ultime discipline. Vi è poi il rischio che con questa regolamentazione un uomo con livelli di testosterone particolarmente bassi possa chiedere ed ottenere di gareggiare con le donne.

  • Fausta Novelli says:

    Quando corre con altre atlete si vede perché la iaaf ha fatto questa scelta.E'una forma di doping nascosta anche se lei non ne ha colpa.

  • Lorenzo Mereu says:

    Può essere un vantaggio genetico la sua condizione, ma del resto ogni campione ha una genetica superiore alla media

  • Nicolò Gallo says:

    A mio parere se possiede tanto testosterone da non poter essere più considerata donna ha senso obbligarla a sottoporsi a delle cure mediche. Se sei più di una donna non puoi gareggiare con le donne, sarebbe scorretto nei loro confronti

  • Pietro Ploner says:

    Caso molto spinoso. La soluzione della IAAF è assurda, non si può obbligare gli atleti a una cura ormonale, che è pesante e con notevoli ricadute. E poi perché limitare il regolarmento “solo agli 800?? Così si da proprio l’idea di aver fatto una regola anti-Semenya.

  • robyejonny says:

    Ufficiale il ritiro? Mi spiace tanto per lei. Non lo merita.

  • Alessandro Ciccone says:

    Da biologo e sportivo so che il testosterone influenza l'allenamento, il recupero, i risultati e quindi le prestazioni… Lo dico in maniera abbastanza certa
    Eliminare un'atleta per i livelli di testosterone geneticamente alti è discriminazione… Imporre la cura è un atto da affiancare all'antisemitosmo (impensabile!)
    L'unica cosa che veramente potrebbe avere senso è far correre l'atleta con gli uomini, nel momento in cui i livelli di testosterone siano simili a quelli di un uomo/altleta maschio, se semplicemente i livelli sono più alti di una donna "standard" deve poter gareggiare con le donne… I vantaggi genetici valgono nelle discipline.
    Altrimenti bisognerebbe bandire tutti i giocatori di basket perché geneticamente alti e avvantaggiati nel salto rispetto alle persone basse.

  • Lorenzo Menculini says:

    A quanto pare sembra sia appurato che abbia cromosomi XY. Il che le comporta anche testicoli interni e assenza di ovaie. Questo a mio parere cambia un po' le cose perché non si sa davvero bene come considerarla in ambito sportivo.
    (Vedi https://www.letsrun.com/news/2019/05/what-no-one-is-telling-you-about-caster-semenya-she-has-xy-chromosomes/)

  • Lica Official says:

    Ciao mezzofondiere, oltre a Semenya, anche Wambui e Nyonsaba dovranno sottoporsi a queste cure, sulle prime 2 potrebbe sorgere il dibattito, ma perchè anche Nyonsaba che è alta 162 cm e pesa 54kg?

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *